Veri e propri gomitoli di pelo che rotolano incessanti per casa, evocando gli agglomerati di piante secche che contraddistinguono i film western. Il cambio di stagione trasforma le case di chi ha cani e gatti in un vero e proprio teatro della guerra al pelo morto, da combattere a colpi di aspirapolvere e spazzole. È proprio in questo periodo dell’anno, infatti, che si registra la maggior perdita poiché loro si “spogliano” del folto manto invernale per adeguarsi all’aumento delle temperature che stanno arrivando con la bella stagione.

La Sinfonia Pelosa della Primavera

La muta primaverile può essere considerata una vera e propria danza pelosa, dove i gatti si liberano del loro mantello invernale per accogliere uno più leggero e adatto alla nuova stagione. È un momento di transizione che coinvolge non solo i nostri amici felini, ma anche noi, padroni attenti, che dobbiamo prepararci a una maggiore presenza di pelo in giro per casa

Il Cambio di Stagione per i pet

La muta, il cambiamento stagionale del pelo del cane e del gatto, è legato principalmente all’autunno e alla primavera. In quest’ultimo caso, i nostri amici a quattro zampe si preparano ad affrontare i mesi più caldi alleggerendo il loro folto mantello invernale.

Questo passaggio può generare disagi, sia per loro che per noi, poiché si verifica una maggiore perdita di pelo caduto.

Spazzolare regolarmente il manto del cane e del gatto è fondamentale per limitare l’ingestione della pelliccia e contenere la perdita nell’ambiente domestico. Una pratica costante non solo rimuove il pelo morto, ma previene anche la formazione di fastidiosi nodi che potrebbero causare disagio al nostro fedele amico. La scelta degli strumenti di spazzolatura dipende dal tipo di mantello dell’animale e dovrebbe essere adattata di conseguenza.

3 Consigli per aiutarti con il periodo della Muta:

gatti a superare la muta del gatto, con relativi peli addosso ed in giro per casa:

  1. Spazzolatura regolare e mirata: Investi in una buona spazzola o pettine progettato per il tipo di pelo del tuo gatto e dedicati a spazzolarlo regolarmente. Durante la muta primaverile, aumenta la frequenza della spazzolatura per rimuovere efficacemente il pelo morto e prevenire la formazione di grovigli. Concentrati sulle aree in cui il pelo è più fitto, come la schiena e il ventre. Una spazzolatura mirata può aiutare a ridurre la quantità di pelo che il tuo gatto perde in giro per casa.
  2. Utilizza trapunte e tappeti lavabili: Copri i mobili e le superfici preferite dal tuo gatto con trapunte o coperte lavabili. Questo non solo proteggerà i tuoi mobili dai peli, ma renderà anche più facile la pulizia. Inoltre, posiziona tappeti lavabili nei luoghi in cui il tuo gatto trascorre più tempo, come vicino alle finestre o ai cesti dei gatti. Questi tappeti possono catturare gran parte del pelo che il tuo gatto perde durante la muta, riducendo così la presenza di peli in giro per casa.
  3. Aspirapolvere e pulizia frequente: Mantieni una routine di pulizia regolare per ridurre la presenza di peli in casa. Utilizza un aspirapolvere con un’appendice per le setole o un’aspirapolvere robot per raccogliere efficacemente i peli da tappeti, divani e altre superfici. Inoltre, pulisci le superfici con panni e mop umidi per catturare i peli che potrebbero essersi depositati su pavimenti e mobili. Una pulizia frequente aiuterà a mantenere la casa più pulita e a ridurre la presenza di peli di gatto indesiderati.

Per favorire l’espulsione dei boli di pelo ingerito, esistono paste al malto e diete ricche di fibre che favoriscono il transito intestinale. Questi complementi alimentari sono graditi a cani e gatti e possono essere somministrati insieme al cibo o tal quale. Inoltre, una dieta ricca di fibre può aiutare nel processo di eliminazione del pelo ingerito, contribuendo a ridurre il rischio di occlusioni intestinali.

In conclusione, affrontare la muta primaverile dei nostri amici pelosi richiede attenzione e cure amorevoli. Con una corretta gestione della spazzolatura e una dieta equilibrata, possiamo aiutare Fido e Micio a superare questo momento di transizione con il minimo disagio possibile.